rendiconto finanziario logo
Flusso e Fondo

rendiconto finanziario


Il fondo che è alla base per l'analisi per flussi può essere costituito da uno dei seguenti aggregati:

  1. il denaro in cassa e presso banche (liquidità);
  2. le attività monetarie nette (liquidità al netto dei debiti a breve);
  3. il capitale circolante netto;
  4. le risorse finanziarie totali (l'insieme delle attività)

Una volta determinati i valori di un certo "fondo" in due periodi temporali distinti - ad esempio l'1/1 e il 31/12 - la variazione che esso ha subito in quel periodo si dice flusso.

Le cause di tale variazione sono chiamate:

  1. fonti, se sono flussi che vanno ad aumentare l'entità finanziaria di riferimento (il fondo);
  2. impieghi, se sono flussi che vanno a diminuire il valore del fondo.

E' risaputo che l'imprenditore, tutte le volte che effettua un investimento, vale a dire effettua un impiego, deve attivare un corrispondente finanziamento, ossia deve reperire delle fonti, conseguentemente ne deriva che in qualsiasi momento il totale degli impieghi deve essere uguale al totale delle fonti.

Grazie alla predisposizione del rendiconto finanziario si può effettuare l'analisi delle fonti e degli impieghi, pertanto esso risulta essere un documento molto importante per la comprensione della dinamica finanziaria aziendale nell'arco di un determinato periodo. Le analisi finanziarie più rilevanti sono quelle riguardanti i flussi di capitale circolante netto e i flussi di liquidità.

Fonti:

Boni, Ghigini, Robecchi - Telepass - Percorsi modulari in Economia Aziendale
Scuola & Azienda